Mar 182016
 
L’Università di Cagliari risente sempre di più degli effetti generati da precise volontà politiche, maturate lontano dalle sedi e dai tempi della discussione democratica. 

Il sottofinanziamento del diritto allo studio e delle attività di ricerca, il ridimensionamento del corpo docente e le numerose difficoltà nell’accesso al mondo dell’alta formazione, la delocalizzazione del capitale umano verso il nord, stanno conducendo le università del sud verso un inesorabile declino. 

Lo scopo delle politiche nazionali è infatti chiaro nella sua iperburocratizzata e complessa organizzazione, che costringe gli Atenei a piegarsi a criteri e parametri di valutazione poco consoni, che generano pesanti squilibri tra nord e sud nella ripartizione delle risorse finanziarie ed umane.

Non possiamo accettare questo continuo attacco alle università del Mezzogiorno, specialmente se questo processo è accompagnato e sostenuto da un’ odiosa quanto falsata e distorta retorica del “merito”, che non fa altro che mascherare la volontà di arricchire ancora di più chi parte da una posizione avvantaggiata.
Definanziamento, accorpamenti, chiusure e tagli, non possono essere la risposta alla crisi e al calo delle immatricolazioni.

Vogliamo che i temi del diritto allo studio, dei finanziamenti alle attività didattiche e di ricerca, la cittadinanza studentesca, il legame tra Alta Formazione, territorio e mondo del lavoro, diventino priorità dell’agenda politica nazionale.

Il 21 marzo Marzo, presso il Rettorato alle ore 10:00, Vi esortiamo a partecipare e prendere parte al corteo studentesco.

UniCa2.0
Il Consiglio degli Studenti dell’Università di Cagliari
21 MARZO (1) ASSEGNAZIONI RICERCATORI CALO IMMATRICOLATI CALO ORGANICI DIRITTO ALLO STUDIO RUOLO DELL'UNIVERSITA Volantino
credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar