Giu 262018
 

Venerdì 29 giugno Nicola Melis discuterà con l’autore Rémi Dewière dell’Università della Sorbona, i contenuti del  ultimo libro Du lac Tchad à la Mecque. Le sultanat du Borno et son monde (XVIe – XVIIe siècle) Bibliothèque historique des pays d’Islam. Paris: Éditions de la Sorbonne, 2017.

Se sparigliamo la solita visione eurocentrica, potremmo assumere che il Sahara sia situato a nord del mondo. Il suo litorale, il Sahel, taglia l’Africa in due, dall’Atlantico al Mar Rosso. Al centro, il Lago Ciad è il punto d’incontro di migranti, transumanti, mercanti e pellegrini provenienti da tutto il continente. Questa regione, più conosciuta oggi per gli abusi di Boko Haram e dei trafficanti di persone, era in tempi moderni un importante crocevia di scambi economici, umani e culturali dal Sahel e dal Sahara al Mediterraneo. È qui che al crocevia dell’attuale Niger, Nigeria, Ciad e Camerun, la dinastia Sefuwa fondò un potente stato islamico: il Sultanato di Bornu. Ne discutiamo con il suo autore, Rémi Dewière dell’Ecole des hautes études en sciences sociales, nella Sala Riunioni del Dipartimento di scienze sociali dell’Università di Cagliari.

Per la locandina dell’evento clicca QUI.

Per la scheda del libro clicca QUI.

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar