La Facoltà

 

In seguito alla legge di riforma 240/2010 (legge Gelmini), entrata in vigore il 30 dicembre 2010, e dello Statuto dell’ Università, in vigore dal 1 maggio 2012 (D.R. n. 339 del 27 marzo 2012, pubblicato nella G.U. n°89 del 16 aprile 2012), sulla base del D.R. n.411 del maggio 2012, nasce la Facoltà di Scienze Economiche, Giuridiche e Politiche.
Una nuova struttura di raccordo, che a seguito della succitata riforma Gelmini e l’emanazione del nuovo Statuto, ha riunito le “vecchie” facoltà di Giurisprudenza, Economia e Scienze politiche in un unico macro-polo.
“Una riforma importante che ci colloca in una fase di riadattamento e di transizione, e che incide soprattutto sugli aspetti organizzativi, quindi nel modo in cui si conformano le strutture dell’università”. “Al servizio dell’elevato fabbisogno d’innovazione richiesto dall’odierna società della conoscenza” è la motivazione nei documenti d’attuazione.
La nuova struttura funge da raccordo per i tre Dipartimenti recentemente costituiti (Scienze economiche e aziendali, Giurisprudenza, Scienze sociali e delle istituzioni).

La Facoltà presenta un’offerta formativa di ben dodici corsi di laurea.

Nell’ anno accademico 2012/2013 su 32.500 studenti dell’Ateneo, circa 9.500 sono iscritti nella nostra Facoltà.

 

 

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar