Feb 162016
 

FACOLTA’ DI STUDI UMANISTICI

DIPARTIMENTO DI PEDAGOGIA, PSICOLOGIA E FILOSOFIA

CORSO DI LAUREA IN SCIENZE DELLA COMUNICAZIONE

Giovedì 18 Febbraio – ore 15:00 – Corpo centrale complesso “Sa Duchessa” – Aula 6

Quando un sistema fisico realizza una determinata computazione” (V. Fano, P. Graziani, M. Tagliaferri e G. Tarozzi)

Prof. Vincenzo Fano – Università di Urbino

Intervengono:
Prof. Roberto Giuntini
Prof. Marco Giunti
Dott. Mirko Tagliaferri
Abstract:

Alla fine degli anni ’80 Putnam mostrò che ogni sistema fisico può realizzare qualsiasi computazione costruendo un’adeguata funzione di rappresentazione. Se questo fosse vero, allora tesi metafisiche come l’AI forte – secondo la quale ogni ragionamento umano può essere rappresentato da una computazione – diventerebbero vuote. Una risposta standard sarebbe quella di restringere le computazioni alla manipolazione di rappresentazioni. Di fatto quest’ultima nozione, tipica della filosofia funzionalista – che ha dominato il dibattito sui fondamenti della psicologia fino a pochi anni or sono – è irrimediabilmente confusa se non viene espressa in termini computazionali, per cui alla fine siamo alla situazione di partenza, cioè non abbiamo una buona definizione di realizzazione. I primi che hanno costruito un concetto adeguato di realizzazione sono stati Maudlin, Copeland, Giunti e Chalmers. “Adeguato” nel senso di “non troppo ampio” né troppo stretto. Ci siamo mossi sulla strada aperta da questi studiosi, apportando alcune lievi modifiche, che secondo noi rendono tale nozione più adeguata.

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar