Set 192016
 

Il 20 settembre alle 11, nell’aula 3A 6 della facoltà di studi umanistici (polo Sa Duchessa), Vincezo Fano, dell’università di Urbino Carlo Bò parlerà di ” Einstein e l’interpretazione statistica della meccanica quantistica “. L’incontro è organizzato dal gruppo Alophis (Applied Logic, Philosophy and History of Science) che dedica le sue ricerche a temi legati proprio ai modelli della fisica quantistica.

La meccanica quantistica, infatti, è una teoria che può essere interpretata in vari modi, che si differenziano per i diversi significati che possono essere attribuiti alle nozioni chiave del modello, come per esempio il concetto di funzione d’onda o le variabili nascoste, o per le prospettive filosofiche sottese alla teoria stessa: realismo, determinismo, ruolo dell’osservatore.

La meccanica quantistica, introducendo la variabile ‘osservatore’ all’interno delle possibilità esplicative della teoria ha messo definitivamente in discussione l’idea ingenua che la fisica sia una rappresentazione della realtà. Ha invece introdotto la necessità di considerare linguaggi e teorie scientifiche all’interno di un contesto di interpretazione. In particolare l’interpretazione statistica è un’interpretazione minimalista che fa uso del minimo numero di elementi da associare al formalismo matematico.

 L’interpretazione statistica in particolare  afferma che la funzione d’onda non si applica ad un sistema individuale, come una singola particella, ma ad un insieme di sistemi o particelle, secondo frequenze e probabilità statistiche. Tra i sostenitori di questa interpretazione, probabilmente il più importante, ci fu Albert Einstein: « Il tentativo di concepire la descrizione quantistica teorica come la descrizione completa dei sistemi individuali porta a interpretazioni teoriche innaturali, che diventano immediatamente non necessarie se si accetta che l’interpretazione si riferisca ad insiemi di sistemi e non a sistemi individuali». Proprio di questo tema gli interessati potranno discutere con il relatore.

Il relatore. Vincenzo Fano è professore di Logica e Filosofia della Scienza all’Università di Urbino dal 2000. Le sue aree di competenza sono l’epistemologia, la filosofia della scienza, la storia della filosofia e la metafisica.  È autore di una ottantina di articoli apparsi su riviste e volumi accreditati a livello nazionale e internazionale e di una quindicina di libri. Dal 2001 al 2010 è responsabile della rivista filosofica on line “Isonomia”.

Partecipanti. Prenderanno parte all’incontro i docenti di logica, filosofia della scienza, filosofia teoretica, filosofia della mente e del linguaggio dell’università di Cagliari e in particolare Roberto Giuntini, Francesco Paoli, Marco Giunti, Antonio Ledda.

Contatti e informazioni: Antonio Ledda, antonio.ledda78@gmail.com

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar