Nov 272018
 

Lunedì 3 dicembre 2018 dalle 14 alle 17, nell’aula Magna Motzo della Facoltà di Studi Umanistici, l’Ordine dei Giornalisti della Sardegna, in collaborazione con G.I.U.L.I.A giornaliste, propone il corso di formazione ‘La buona narrazione dello sport al femminile’.

LO SPORT È DONNA: Se la nazionale maschile di calcio ha clamorosamente fallito le qualificazioni ai mondiali di Russia 2018, la nazionale femminile ha conquistato con un turno in anticipo l’accesso alla massima competizione intercontinentale che si giocherà in Francia l’anno prossimo. Solo qualche taglio basso per questo importante risultato, nessun grande titolo in prima pagina. Nonostante le vittorie e i traguardi, le atlete azzurre non hanno visibilità mediatica: protagoniste in campo, rimangono pressoché invisibili in tv e sui giornali. Eppure continuano a fare incetta di medaglie in diversi sport, come la ginnastica ritmica e il basket.

MOLTI TRIONFI, POCHI GUADAGNI: Le sportive italiane salgono sui podi iridati, mietono trionfi e i risultati, ma in Italia sono costrette a giocare una partita che ancora non hanno vinto. Si scontrano con un forzato dilettantismo sportivo condannate da una legge datata 1981 che proibisce loro l’accesso al professionismo e tutto quello che ne consegue: maternità retribuite, contributi pensionistici, tfr. Diritti negati, ma non solo. Una disparità di trattamento che si ripercuote anche nei compensi, le sportive agoniste percepiscono in media il 51,4 per cento in meno rispetto ai colleghi maschi.

I MEDIA E LA DISPARITÀ DI GENERE: La narrazione di tv e carta stampata è ancora distorta e poco equilibrata. Spesso e volentieri l’attenzione è concentrata sulla fisicità delle atlete, su quanto sono belle e non sulla loro bravura, a discapito dei risultati.

OBIETTIVI DEL CORSO: Una buona comunicazione dello sport femminile è possibile. Focus anche su chi produce informazione. Un disequilibrio che può influire sul modo di comunicare le notizie. Le giornaliste sportive si fermano infatti al 10% e faticano ancora tanto in un mondo dominato dalla presenza maschile.

Interverranno:

  • Francesco Birocchi (Presidente Odg Sardegna),
  • Roberta Celot (vicecoordinatrice Giulia Giornaliste Sardegna, responsabile ANSA Sardegna),
  • Beppe Caboni (allenatore di basket),
  • Ilaria Meloni (atleta di paraciclismo),
  • Veronica Baldaccini (giornalista sportiva Sky),
  • Federica Ginesu (Giulia Giornaliste),
  • Luisanna Fodde (responsabile comunicazione Wimbledon),
  • Stefania Soro (presidentessa comitato regionale FGI Sardegna).

A moderare l’incontro sarà presente Margherita Falqui (avvocata, insegnante e sportiva).

Il corso è principalmente rivolto ai giornalisti e alle giornaliste interessati/e, agli studenti e alle studentesse universitari/e.

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar